Informazioni - tutto quanto è gradito sentire, dalla A alla Z

Come si ottiene un apparecchio acustico

In nove tappe, noi vi consigliamo ed aiutiamo a compensare
al meglio la vostra riduzione della capacità uditiva:

Grazie alle più moderne tecniche, siamo in grado di misurare il vostro udito. Qualora dovessimo riscontrare una ridotta capacità uditiva vi informiamo, senza alcun impegno da parte vostra, sui sistemi acustici più idonei e sulle prestazioni corrisposte dalle assicurazioni sociali. Se lo desiderate, ci occupiamo anche di notificare il vostro caso
ad un medico otorino e alle assicurazioni sociali.

Il vostro otorino di fiducia esegue a questo punto l’accertamento della causa e del grado di riduzione della capacità uditiva, e stila un parere medico: sulla scorta di tali indicazioni, vengono fissate le prestazioni rifuse dall’assicurazione sociale. Inoltre, basandosi su quanto prescritto dal medico, l’assicurazione rilascia l’incarico di approntare per voi un apparecchio acustico.

Al vostro secondo appuntamento di consulenza presso di noi, ci portate la prescrizione del medico e l’ordine dell’assicurazione: ci mettiamo subito a vostra completa disposizione per spiegarvi ogni dettaglio e mostrarvi i sistemi acustici più idonei. E, dopo che avrete scelto un apparecchio, vi prenderemo due impronte così da adattarlo alla perfezione alle vostre orecchie.

Dopo sette giorni, potete passare da noi a ritirare l’apparecchio acustico: insieme, ultimeremo la regolazione in base alla vostra ridotta capacità uditiva e alle vostre preferenze, e vi insegneremo ad usarlo e tenerlo pulito.

Ora potete cominciare a famigliarizzarvi con il vostro apparecchio acustico. All’inizio vi suggeriamo di portarlo per alcune ore mentre svolgete le normali occupazioni quotidiane, facendo caso alle situazioni d’ascolto in cui vi sentite a vostro agio o disagio. Non dimenticate che, a chi porta un apparecchio acustico, la propria voce può sembrare diversa o più forte; ma se le voci degli altri vi suonano piacevoli, allora è alquanto probabile che, in precedenza, vi eravate abituati a parlare a voce più alta: cercate quindi di abbassare il timbro.

Sfruttate le esperienze fatte nella vita di tutti i giorni per adattare ancor meglio il vostro apparecchio acustico alle vostre esigenze: passate da noi e raccontateci come vi siete trovati; in base a tali informazioni cercheremo di regolarlo in maniera ancor più precisa. Inoltre eseguiremo un secondo test uditivo per controllare il buon funzionamento dell’apparecchio.

Il vostro otorino di fiducia verificherà e confermerà, con un parere medico finale all’attenzione dell’assicurazione, l’idoneità e la funzionalità del vostro apparecchio acustico: a questo punto l’assicurazione stanzierà l’importo stabilito.

Noi fatturiamo l’importo fissato direttamente all’assicurazione sociale e vi garantiamo pieno appoggio in ogni questione amministrativa riguardante l’acquisto del vostro apparecchio acustico.

Ora può cominciare l’uso quotidiano del vostro apparecchio acustico: inizialmente, concedetevi tutto il tempo necessario per abituarvi, portandolo ogni giorno per qualche ora. In tal modo imparerete da soli come beneficiare al massimo delle sue possibilità: infatti, tramite le nuove impressioni ed esperienze acustiche che farete, il vostro udito verrà incitato ed allenato a rimanere attivo più a lungo!

 

Comunque, neppure il miglior sistema acustico può impedire che avvengano normali cambiamenti fisiologici alla capacità uditiva oppure all’ambiente esterno: è quindi importante che, anche dopo l’acquisto, continuiate a rimanere in contatto con noi. Siamo infatti in grado di apportare, in qualsiasi momento, le modifiche necessarie: inoltre, controlleremo il corretto funzionamento e ne eseguiremo la pulizia, tutto gratuitamente.